Vomero: partenza dei saldi tra i rifiuti

Dopo Babbo Natale chiesto l’intervento della Befana

“ Alla luce del degrado che si poteva osservare stamattina, oltre a quello già richiesto, purtroppo, al momento, senza successo, a Babbo Natale, ho sollecitato l’intervento, per il quartiere Vomero, anche della Befana, con tanto carbone nero da portare stanotte ai pubblici amministratori del capoluogo partenopeo – ironizza con amarezza Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Come se non bastassero le buche che costellano carreggiate e marciapiedi, il traffico con clacson strombazzanti a tutte le ore del giorno con conseguenze immaginabili sulla qualità dell’aria, bisogna purtroppo fare i conti ogni giorno con un pattume diffuso per tutto il quartiere che non risparmia neppure le strade e le piazze principali, come via Luca Giordano, via Scarlatti e piazza Vanvitelli “.

“ Così, in questa vigilia dell’Epifania, con tanta gente in strada per fare acquisti, visto che oggi oltre ad esser la vigilia dell’Epifania è partita anche la stagione dei saldi invernali – puntualizza Capodanno – si constatava la presenza di numerosi cumuli di spazzatura, che facevano brutta mostra di sé anche nelle luoghi abituali dello shopping, nelle isole pedonali di via Scarlatti e di via Luca Giordano e in piazza Vanvitelli, nei pressi del’uscita della metropolitana, dove i sacchi con i rifiuti e i bidoncini, avevano di fatto realizzato un vera e propria minidiscarica, impedendo l’accesso ai pedoni. Piene di pattume anche alcune aiuole e fioriere “.

“ Non parliamo poi delle strade laterali, dove lo scenario appariva ancora peggiore, con addetti allo spazzamento che presumibilmente mancano da tempo e con cumuli d’immondizia disseminati un poco dappertutto. Emblematico quanto si è potuto constatare in via De Mura, nei pressi della biblioteca comunale “Benedetto Croce” con campane per la raccolta differenziata praticamente sommerse dai rifiuti – prosegue Capodanno -. Certo contribuisce, e molto, anche l’inciviltà dei cittadini ma bisognerebbe pure capire perché accadono queste cose in un periodo nel quale, peraltro, i commercianti del Vomero confidano in una massiccia presenza di acquirenti per risollevare le sorti di un’annata molto difficile. E un siffatto biglietto da visita, anche con la presenza di numerosi turisti, con immondizia e pattume, non aiuta di certo “.

“ Sicuramente influiscono da un lato la mancanza di personale e macchinari sufficienti per garantire la pulizia stradale, in maniera costante ed efficiente, nel corso dell’intera giornata – puntualizza Capodanno – , dall’altra l’assenza dei necessari controlli da parte del personale addetto che, laddove comminasse con costanza e continuità le pesanti sanzioni previste dalle disposizioni vigenti, sicuramente potrebbe dare un importante contributo a far sì che i rifiuti non vengano abbandonati per strada a tutte le ore del giorno “.

Capodanno rivolge un ulteriore appello all’amministrazione comunale partenopeo per un Vomero pulito, sia attraverso lo spazzamento costante e continuo delle strade e delle piazze del quartiere, sia con maggiori e più efficaci controlli volti a sanzionare i trasgressori che continuano a imbrattare il suolo pubblico, a tutte le ore del giorno “.

Gennaro Capodanno

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *