Unioni civili: hanno vinto le persone sagge e buone

Unioni civili: fiducia e niente adozioni.

Hanno vinto. Hanno vinto le persone sagge, le persone colte, le persone intelligenti e buone.

Hanno vinto le persone sagge per le quali i bambini non sono tutti uguali. Hanno vinto le persone colte e sagge, quelle che temevano la distruzione della famiglia tradizionale, così come si può temere la distruzione di una città se alle case di cemento, si aggiungono case di legno.

Hanno vinto le persone colte, sagge, quelle che temevano la rovina della società, quelle che temevano la fine del mondo. Hanno vinto. Hanno vinto le persone intelligenti, sagge e buone, quelle che distinguono ciò che è naturale da ciò che non è naturale, come se fosse un criterio etico: naturale = morale; innaturale = immorale. Hanno vinto.

Hanno vinto le persone buone e intelligenti terrorizzate disgustate dall’idea della maternità surrogata. Hanno vinto. Hanno vinto le persone sagge secondo le quali la gestazione per altri è un’aberrazione, una mostruosità, così come sono un’aberrazione, una mostruosità, lo stupro, la tortura, il genocidio. Che differenza fa?

Hanno vinto le persone sagge, buone, intelligenti, quelle che preferiscono non venga al mondo una nuova creatura, qualora a desiderarla per crescerla, amarla, educarla, sia una coppia omosessuale.

Hanno vinto le persone sagge e intelligenti e buone, quelle che definiscono desiderio di maternità e di paternità, il desiderio delle coppie eterosessuali di avere un figlio, e capriccio, egoismo, sfizio, il desiderio delle coppie omosessuali di avere un figlio. Hanno vinto.
Renato Pierri

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *