Tutti i colori del mare

Onda su onda, non c’è colore che il mare non trasporti, che il mare non accolga.

Si dice che sia pericoloso, che non bisognerebbe fidarsi di lui, eppure grazie a lui il mondo è diventato più grande e più ricco di quello che era, più colto, pieno di colori e di parole.

Il mare ha quel coraggio che manca agli uomini, quello che riesce a farti rimanere eterno perché non è ipocrita, non racconta bugie, non racconta dolori, ma traghetta speranze senza far caso né ai colori né alle religioni, perché la sua religione è la vita che contiene e che trasporta.

Non cerca di fermare chi cerca di fuggire, gli si offre aprendogli i suoi infiniti orizzonti, quelli che sanno di futuro e odorano di libertà.

Al mare non piacciono le regole, quelle sono degli uomini, di quelli che inquinano per fare profitto, di quelli che non sanno capire cosa significhi sofferenza e paura, perché sono proprio loro a causarle, di quelli che le stabiliscono solo per i più poveri ed i più deboli, di quelli che fanno in modo che non ci siano per i più ricchi ed i più sporchi, di quelli che non sanno comprendere che al mare non si possono dare regole, perché la libertà non ha regole.

Il mare continuerà a trasportare sulle sue calme onde chi cerca di avere un futuro, gli stupidi continueranno a credere di poterlo fermare, ma il mare non si ferma, il mare è un’infinita distesa di tutti quei colori di cui il mondo intero ha bisogno.

Il Pasquino

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *