Tajani e le solite ovvietà su Mussolini

“Mussolini? Fino a quando non ha dichiarato guerra al mondo intero seguendo Hitler, fino a quando non s’è fatto promotore delle leggi razziali, a parte la vicenda drammatica di Matteotti, ha fatto delle cose positive per realizzare infrastrutture nel nostro paese, poi le bonifiche”.
Così Antonio Tajani intervistato a La Zanzara su Radio 24. Ma guarda un po’. E ci voleva il presidente del Parlamento Europeo, per dire questa ovvietà? A parte questo, a parte quell’altro e quell’altro ancora, a parte tutte le nefandezze, gli errori, la morte di milioni d’innocenti, in fondo, diciamola una buona volta la grande verità: Mussolini ha fatto anche delle cose positive. Ma guarda un po’. E’ davvero difficile che un dittatore, anche il peggiore del mondo, non abbia fatto qualcosa di positivo. Ma che lo diciamo a fare? Le cose positive vengono, cancellate, vanificate dalle nefandezze. Ma quante volte abbiamo sentito questi discorsi? A che cosa servono? A niente. Proprio a niente. O forse a far contento qualche nostalgico.

Renato Pierri

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *