Quel fallito che venne dal Canada

Quel fallito che venne dal Canada

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

4 Responses to Quel fallito che venne dal Canada

  1. idelbo ha detto:

    Ed io che pensavo di essere stato cattivo nei confronti dell’italo-canadese!

  2. Fabio ha detto:

    Quando la Fiat succhiava soldi dalle nostre tasche, perché l’avvocato non poteva toccare i suoi, che doveva investire nella sua squadra di calcio, tutto andava bene. Adesso che il rubinetto si sta chiudendo, non va bene più: montez(uma)emolo vuole scendere in politica (Legge ad personam), M(in)ar-chionne vuole portare tutto nel continente americano… Soluzione del gioco: montezemolo crea le leggi per non andare in culo ai suoi padroni e la fiat è libera di lasciare l’Italia senza restituire nemmeno un centesimo preso, senza averlo mai restituito.

  3. linea gotica ha detto:

    Io sia oggi che all’epoca sono sempre stato dalla parte dei lavoratori, dalla parte delle legittime richieste della Fiom. Quelli che, anche nel centrosinistra, stavano con marchionne, cosa dicono (e dove sono) oggi?

    • ilpasquino ha detto:

      Di “sinistra” in Italia, se parliamo di partiti, non c’è più nulla. Il PD è una delle colonne portanti del governo Monti, massacratore di diritti e dei più deboli. Dove sono?…a scaldare le poltrone parlamentari a nostre spese e a difendere i loro privilegi costi quel che costi…al paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *