Moro e Berlinguer avevano ragione… ( di Nicola Ambrosino)

Quando la “politica” sposa la poesia

 

 

 

 

 

Moro e Berlinguer avevano ragione,
questa è solo, forse, una mia opinione,
poichè se si analizza, giustamente, il nesso,
valido era allora ed oggi il “Compromesso”.

Anche dalla destra, Peppino Tatarella,
bene caldeggiava questa buon novella;
varando quell’ipotesi, di certo, non maldestra:
“Per bene governare…andar oltre la destra!”.

Questi sono stati politici di razza,
gente di spessore, cervelli di gran razza;
che avrebbero impedito questo triste aborto…
un diktat dei tedeschi, portandoci sconforto.

Avrebbero osteggiato questi nostri padri,
d’esser governati da dei Paesi ladri;
da una gran Germania, che prima coi cannoni,
ha invaso altre Nazioni… ed oggi coi soldoni.

Oggi, con Salvini insiem al buon Di Maio,
si cercan strade alterne per rimediare al guaio;
Savona ha ben ragione, occorre che i “Trattati”
vadano riscritti e ben rimodulati.

Ma questo dà fastidio alla gran finanza;
privarsi dei tesori e della lor “cibanza”;
è bene ancor tenere l’Italia sotto scacco,
mettendola a digiuno e con le pive in sacco.

Con lo “spread” tedesco c’incutono terrore;
ci fan passar diritti… per piccolo favore;
brindando, i ciarlatani, sol sulle disgrazie,
vestendosi da Santi…che a noi concedon grazie.

Signor non date retta a stampa e giornalisti,
occorre fare presto e bene un repulisti;
occorre ritornare, qual acqua in buona fonte…
ad essere “Sovrani” e a dar fiducia a Conte.

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *