Luci rosse sui problemi di Napoli

“Napoli è pace”…dichiara il sindaco de Magistris nel pieno di una guerra di camorra che rischia, come avverte il prefetto, di coinvolgere anche cittadini innocenti.

Il sindaco arancione, prossimo a chiudere un accordo con il PD per le prossime elezioni, come denunciavamo da queste pagine dopo l’ennesimo rimpasto della giunta con l’ingresso di Palma e Panini, entrambi del partito democratico, continua nella sua propaganda sempre più a luci “rosse”.
L’ultima trovata, un quartiere alla Amsterdam…dove il sesso a pagamento sia controllato e gestito dallo Stato…quello stesso Stato che non controlla, da sempre, le discariche dei rifiuti, piene zeppe di materiale nocivo; che in alcuni quartieri, come Scampia, i quartieri spagnoli, la sanità, l’hinterland napoletano…è considerato addirittura nemico…aggredito dalla stessa gente…che vanta percentuali di disoccupazione da record!
Vaneggia Luigi…capita a chi si trova a gestire una città difficile come Napoli e non interloquire con i cittadini, ma a preferire la strada più semplice…quella del mantenimento di quegli equilibri che hanno permesso ai suoi predecessori, Bassolino e Iervolino, di rimanere in carica per venti anni.
Non si toccano gli appalti…Romeo, al centro di quegli scandali che lo stesso Luigi denunciò, continua imperterrito a gestire il patrimonio degli immobili pubblici napoletani…e a ricavarci fior di quattrini.
La città è sporca, piena di buche, zeppa di cantieri per nuovi parcheggi sotterranei…che ulteriormente pregiudicheranno la stabilità di edifici costruiti fuori norma…
Piste ciclabili senza senso…in una città piena di colline…e con un traffico mai controllato ed ulteriormente peggiorato da zone a traffico limitato decise senza alcun supporto di quelle linee pubbliche necessarie alla mobilità dei cittadini…lavori pubblici di manutenzione delle strade che coprono, con l’asfalto, quei tombini di quelle fogne mai pulite, mai controllate…e che al primo acquazzone rischiano di inondare la città.
L’istituto filosofico di Napoli, del professor Marotta, soppresso…cancellato…i libri negli scantinati…un pezzo di storia perso.
Luci rosse avvolgono Napoli…in una polemica tra sindaco, cardinale e governatore che danno il senso di quella incapacità congenita di questa gente a capire i veri problemi di una città, di un popolo…che non ha più sanità, non ha più lavoro, non ha scuole pubbliche, ha strade fatiscenti, rioni interi nelle mani della camorra, disabili soli con se stessi…e quella fantasia ed allegria uccise da chi non ha neanche un anima.

Il Pasquino

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *