Le ragazze scosciate e “sculate” di “Colorado”

Chiedo scusa se non parlo di politica né di filosofia né di scienze né di cose profonde, ma di cose terra terra.

Volevo parlare della trasmissione “Colorado”, su Italia1. Tanti comici, alcuni veri comici, altri comici per modo di dire. Ma non volevo parlare dei comici, bensì delle belle giovani donne che costituiscono il corpo di ballo, tutte scosciate giacché mostrano parte notevole delle cosce, e tutte “sculate”, non nel senso di fortunate, ma nel senso che mostrano parte notevole del sedere.

Niente di male. Figuriamoci se alla mia età possa scandalizzarmi. Anzi, ad essere sincero, devo dire che le scosciate e “sculate” le guardo e ammiro molto volentieri. Sono piacevolissime. E allora? Allora provo fastidio, mi sento mortificato al posto loro, arrossisco al posto loro, quando, sotto gli sguardi degli uomini vestitissimi (nessuno è scosciato), sempre scosciate, sempre “sculate”, devono fare a gara per tenere più a lungo possibile un libro sulla testa mentre camminano, oppure fare a gara a chi fa scoppiare prima un palloncino soffiandoci dentro. Cose da ragazzine delle elementari. Trattate come ragazzine delle elementari. E la bella conduttrice Federica Nargi? Capisco che mostri le gambe quando balla, ma perché deve mostrarle anche quando presenta a fianco del Ruffini?

Attilio Doni

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *