Le mimose a Roma stanno già appassendo

Le mimose a Roma, le leggiadre bionde profumate mimose, fiorite in anticipo, stanno già appassendo.

Non arriveranno al giorno della festa delle donne. Un giovane albero che ho fotografato era già in fiore ai primi di gennaio. Ho inviato la foto ad una signora su WahatsApp. “Bellissima, ma non è troppo presto?”. “Sì, a Roma succede spesso. L’8 marzo saranno già sciupate”. “Allora conservo queste foto fino all’8 marzo”, mi ha risposto. Ho inviato la foto a mia figlia e lei l’ha messa come sfondo sullo schermo del cellulare.

Perché piace tanto la mimosa? Non lo so. Non ci crederete ma io questa mattina ho fatto una carezza alla mimosa. Ne avevo staccati alcuni rami da un albero generoso, sicuro che non si sarebbe offeso. Con due piccoli accorgimenti è durata nel vaso quasi una settimana ed è diventata ancora più bella di quando era sull’albero. Qualche goccia di limone nell’acqua fresca e, la sera, fuori al freddo nel terrazzino, lontano dal calore dei termosifoni. Non lo vuole il calore, la dolce mimosa. E’ sensibilissima, la bionda mimosa.

Una volta, quando non conoscevo il modo di trattarla, lasciata in casa la notte, a poca distanza dal termosifone, si offese e i piccoli soli che ne costituiscono l’inflorescenza, si chiusero su se stessi e non ne vollero sapere di riaprirsi. Leggo cose belle su Internet che riguardano questa pianta stupenda. Simboleggerebbe, come tutte le acacie, il passaggio dalla morte alla luce. Associato al Cristo risorto nella Chiesa primitive d’Oriente e d’Egitto. Albero della vita… Ma per me la mimosa è la mimosa, nient’altro che la gialla profumata mimosa, e talmente mi piace che non resisto ogni anno a staccarne rami da qualche albero. Sa che li tratto bene i suoi rami, l’albero, per questo non si offende. Qualche goccia di limone nell’acqua freschissima, come ho detto, fuori la notte, e una carezza lieve ogni tanto.

Renato Pierri

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *