LA COLLERA DIVINA (di Nicola Ambrosino)

L’uragano Irma…

 

 

 

 

 

 

Irato il buon Signore, ben presto, una mattina,
espresse a Mister Trump la collera divina;
dicendo al Presidente: “L’ errore è madornale,
poiché l’inquinamento ha portata ben globale!”.

“Tu che hai disatteso, del globo, i suoi trattati;
tu che gli hai strappati e pure bistrattati;
aspetta un attimino e guarda che fo’ io!”.
E scatenò, furente, la collera di Dio.

Radunò le acque e i venti sopra il mare;
chiamo’ il Dio dei venti e lo fece si arrabbiare;
e in men che non si dica, al biondo americano,
gli scatenò, rabbiosi, fortunali ad uragano.

Non furono le piaghe date al gran Mosè,
ma orribili uragani; Katrina, Irma e José;
che colpirono, avveduti, gli stati colmi d’ori,
i paesi tropicali, rifugio d’evasori.

Andarono perdute, in quelle terre rare,
ville di gran classe e barche, le più care;
yacht di nababbi e grandi petrolieri;
e d’evasor fiscali, provetti vacanzieri.

Il biondo presidente di tale error s’accorse
e disse al sommo Dio: “Ci penserò su, forse”;
pressato dal suo popolo, di grandi esagitati,
in una gran nottata rivide i suoi trattati.

Questo è quel che accadde ai nostri americani,
colpiti dal Signore con Trump e gli uragani…
mentre agli italiani…non serve un uragano;
il Signore ci ha colpito…con Renzi e con Alfano!

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *