Category Archives: Slai Cobas

Contro Renzi e contro Marchionne

C’è chi dice NO, e lo dice da subito, da operaio, da chi conosce le dinamiche politiche di questo paese e sa che i nodi verranno al pettine ad Ottobre…e non in queste amministrative.

Il piano tarocco di Marchionne

Due sono le cose: o non ne azzecca una manco per sbaglio o ci prende in giro.

Un Natale sotto la catena di montaggio

Nel Marchionne pensiero, se pensiero si può chiamare lo sfruttamento, l’orario ed i giorni di lavoro sono strumenti della produzione e quindi completamente strappati alla vita della gente, ai loro affetti o ai loro problemi.

Fiat ancora condannata, ma Renzi lo sa ?

Vogliamo rendere un servizio a quelle testate giornalistiche pubbliche, pagate da noi cittadini, ai vertici della “grande” azienda torinese, la Fiat, agli stessi operai e agli “scodinzolatori” di turno tutti, compreso il nostro premier Renzi.

Di democratico alla Fiat non ci sono neanche le elezioni sindacali

La grancassa del governo Renzi, e dei media, attorno alle “grandi imprese” della Fiat, ormai non più italiana, ma considerata così non si sa perché e non si sa per chi, batte il ritmo della cancellazione dei diritti fondamentali, come quello alla salvaguardia della salute.

Primo Maggio a Pomigliano: la sponda operaia

Si apre con le parole scritte da Maria Baratto, l’operaia Fiat che si tolse la vita, l’assemblea operaia di Pomigliano D’ Arco: “Non si può vivere per anni con lo spettro del licenziamento”.

Anticostituzionalmente Fiat

Lavorano tutti per l’Italia, per rilanciare il paese, per la ripresa e per tutti quei bla bla bla con i quali riempiono di non sensi quella serie di riforme e di provvedimenti che mirano alla distruzione delle libertà democratiche ed alla trasformazione della nostra Costituzione in una carta straccia ad uso e consumo di una politica, sempre più somigliante al fascismo, ed ad un’imprenditoria, ormai solo predatoria e corrotta.

La rivoluzione nel cuore

Si commemorano i morti, non la storia.

Bancarotta fraudolenta

Con questa accusa sono stati arrestati i vertici della Getek: Enzo Zavaroni, Alessandra Zavaroni, Danilo Pilo e Massimo Ciccolini. Contestati  177 milioni di ammanchi ed un debito tributario di 127milioni di euro.

Natale in casa Marchionne

Neanche la morte di un operaio, avvenuta appena poche ore prima, ha fermato gli “eroi” della dirigenza Fiat ad inscenare l’ennesima ipocrita distribuzione di elemosine ai figli degli addetti nello stabilimento di Pomigliano.