Category Archives: Scritti da voi

Italians – Corriere della Sera, e la scarsa memoria di Severgnini

Il blog Italians – Corriere della Sera compie vent’anni e con l’occasione Beppe Severgnini scrive: “Se i blog hanno un’anima possono diventare anziani, proprio come noi.

«La forza della vocazione», e le gravi discriminazioni di Bergoglio

“Avvenire” del 1 dicembre, pubblica un estratto del libro «La forza della vocazione», di papa Francesco, intitolando: “Papa Francesco: no ai sacerdoti omosessuali”.

Vomero: domenica con negozi aperti e luminarie assenti

Occorre aiutare il commercio, volano dell’economia del quartiere

Vomero: quartiere in attesa delle luminarie natalizie

A quattro giorni dalla festa dell’Immacolata strade ancora al buio

Napoli: 2800 sì per il prolungamento degli orari del trasporto su ferro

Annunciato per la prossima settimana un flash mob di protesta

A Napoli impazza il “totofunicolare”: indovina quale funziona!

Non c’è due senza tre: anche oggi anticipano la chiusura due impianti su quattro

Vergognosa lettera misogina pubblicata da Beppe Severgnini

Me l’aspettavo. Dopo la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, dopo la condanna del femmninicidio da parte del Papa, aspettavo la solita lettera del solito misogino. E chi poteva pubblicarla se non Beppe Severgnini?

“Te ne sei liberata?”. Spot che offende le donne non gli uomini.

La lettrice Simona Rocco, su Italians – Corriere della Sera del 29 novembre, scrive: «Osservo le pubblicità e mi chiedo perché gli uomini non si ribellino. Un uomo e una donna litigano, lui esce di corsa mentre entra un’amica di lei.

Il femminicidio e il Papa quasi all’altezza dei tempi

Su “il sussidiario.net” del 26 dicembre: “Oggi Filomena ci ha voluto far sapere che, a proposito della violenza sulle donne, Papa Francesco non ha voluto fare un discorso Urbis et Orbis ma ha scritto a lei, una donna sfregiata con l’acido dal marito, per chiederle scusa.

Contraddizioni e assurdità nel racconto biblico della Creazione

Ancora oggi molti cristiani prendono alla lettera i primi versi della Genesi, non conoscendo gli studi cattolici e soprattutto protestanti.