Category Archives: ‘O pappice

Satira in carrozzina

‘o pappice dicette di Emanuela Marmo

Forse dovrei parlare del fatto che da oggi, 1° dicembre, il giornale satirico francese «Charlie Hebdo» uscirà anche in versione tedesca, con una tiratura iniziale di 200.000 copie.

Satira senza rispetto crolla sotto un tetto

‘o pappice dicette di Emanuela Marmo

La vignetta di Charlie Hebdo è rimbalzata sui social. Da più parti mi hanno contattata per chiedermi un’opinione. Non appena la satira si fa aggressiva, qualcuno mi domanda: è satira?

Satira e coraggio

‘o pappice dicette di Emanuela Marmo

 

             Sulla scorta della tradizione del fumetto inaugurata da Frigidaire, dal Cannibale e dal Male, dal 15 aprile sarà in edicola la nuova serie a fumetti di Antonucci e Fabbri Qvando cera lvi: un gruppo di nostalgici fascisti riporta in vita Benito Mussolini perché si rimetta a capo del Paese.

Comicità che viene, satira che va

‘o pappice dicette di Emanuela Marmo

Nel corso di un’intervista, il vignettista Nico Pillini definisce la satira un lavoro di avanguardia, alla testa di un esercito dietro il quale spesso c’è la disgregazione.

Il giudice è un boia

‘o pappice dicette di Emanuela Marmo

Lo scorso mese a Livorno, presso la Libreria Belforte, Francesco Mencacci e Alessio Porquier, de «Il Teatro della Cipolla», hanno conversato con Paolo Morelli sulla satira: «Satira è un termine troppo corto e rapido per qualcosa che esiste dagli albori del mondo».

La carota e il bastone

‘o pappice dicette di Emanuela Marmo

 Altre morti a Parigi, altri bombardamenti qui e lì. Apparentemente per mozioni religiose.

Datemi un cecchino

 

‘o pappice dicette di Emanuela Marmo

 

 Confesso di usare le notizie sulla satira per il bisogno di ricollocare domande nei miei interventi.

Eretto ma sterile

‘o pappice dicette di Emanuela Marmo

 

Sono settimane che Pappice è seduto sulla noce e non parla. Pensa.

Vediamo che effetto che fa…

 

 

 

‘o pappice dicette di Emanuela Marmo

 

Nel 2009 Micheal Mann diresse Public Enemies. Il film si basa sul saggio Public Enemies: America’s Greatest Crime Wave and the Birth of the FBI, 1933-43 di Brian Borrough, dedicato alle azioni messe in campo dall’FBI per contrastare l’impennata criminale generata dalla grande depressione: nemico pubblico numero uno, un rapinatore di banche!

È più facile far incazzare un dittatore che far muovere un dito medio dalla media dei like.

  o’ pappice dicette di Emanuela Marmo

 

L’Università della Terza Età di Nocera mi ha invitata la scorsa settimana per una conferenza a tema “satira e libertà di espressione”, affinché contestualizzassi i  tragici fatti di Charlie Hebdo: l’11 settembre delle vignette, secondo la definizione di Alì Dilem.