Atalanta / Napoli 1 – 2. Il cammino tra equilibrio stabile ed instabile

Il Napoli vince a Bergamo e continua con il suo passo senza curarsi dei risultati degli altri.
Partita, soprattutto nei primi 20-25 minuti della ripresa, difficile per la squadra di Ancelotti che, gol a del pareggio di Zapata a parte, ha rischiato in altre occasioni e non è apparsa in grado di affondare.
Un passaggio a vuoto questo appena evidenziato che deve sì far riflettere ma non può fare ombra ad un buon primo tempo e ad un altrettanto buon finale di gara, finale nel quale si inserisce la rete del subentrante Milik che da “vero centravanti” fa centro.
Riavvolgendo il nastro, la squadra di Ancelotti è partita subito decisa e dopo neanche due minuti era già in vantaggio con Fabian Ruiz su perfetto assist di Insigne.
Il Napoli ha, poi, continuato a fare la partita ed ha avuto la possibilità di incrementare il vantaggio, ma il primo tempo è terminato solamente 0 – 1.
Una vittoria importante che ha lasciato anche intendere, per alcuni tratti della gara, che c’è già aria di pensiero “altrove”.
Ma prima c’è il Frosinone. Chievo docet.
Come diceva Antoine de Saint-Exupery “conta solo il cammino”.

Michele Laperuta

Condividi l'articolo sui tuoi Social Network preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *