Yearly Archives: 2015

‘O botto (Il botto)

Mi farebbe piacere fare il botto, non come scoppiare in mille pezzi, come quelli che si mettono la cintura perché nella testa hanno il vuoto, no, manco per sogno, a me farebbe piacere scoppiare di libertà !

Caso Cucchi. Tutti sapevano tranne qualche politico e qualche giornalista

La notizia: “Caso Cucchi, carabiniere inchiodato dalla moglie: tu hai raccontato “di quanto vi eravate divertiti a picchiare quel drogato di merda”. Una lite familiare al telefono registrata dalla procura inguaia uno degli indagati. Il militare si infuria quando la donna gli ricorda le confidenze sul pestaggio del giovane”.

Parole di Fine Danno 2015 (di Nicola Ambrosino)

Ho omesso l’apostrofo, per un anno appena trascorso, pieno di retorica e ipocrisia, ma, l’auspicio che faccio a tutti i lettori è di non perdere mai la speranza e il coraggio. Buon Anno 2016 a tutti.

Siamo un paese fortissimi, fatto di gente fantastici

Dallo chef Silvio, che aveva i tavoli del suo ristorante sempre pieni zeppi, al Checco Zalone in versione toscana, con una squadra fortissimi, fatta di gente fantastici .

La censura è la voce dell’ ignoranza

E’ certamente “populista” ricordare quanto affermava Voltaire qualche secolo fa: “Non ho mai approvato gli errori né le verità banali che afferma, ma ho preso fortemente le sue difese”.

Le atrocità perpetrate dai preferiti di Dio

Mi scrive un amico da Dittesstrasse (Chemnitz – Germania): “Qui è aumentata di molto la violenza contro i nuovi arrivati, centinaia d’incendi nei luoghi destinati all’accoglienza degli sventurati provenienti dalla Siria e da altri paesi. L’estrema destra ha affilato le proprie armi e rispolverato le teorie nere di una Germania del passato”.

La CGIL fuori di testa

Quello che accade di brutto nel nostro paese deve avere a che fare con la perdita di quella memoria storica, pilastro della nostra democrazia e dei nostri valori.

I papi rivoluzionari secondo Antonio Socci e Eugenio Scalfari

Il 3 settembre del 2012 in una trasmissione di Gad Lerner su La7, Antonio Socci affermò più di una volta che Joseph Ratzinger era un papa rivoluzionario.

Non piove, governo di incapaci

Piove, governo ladro,  e le città vengono allagate, i fiumi esondano, il fango ricopre interi quartieri, ci sono dispersi, morti.

Anche a Natale l’Europa guarda i bambini morire

Quella foto di quel corpicino sul bagnasciuga, che tanto aveva fatto indignare e ancor di più avrebbe dovuto far riflettere, sembra svanita, cancellata, da quelle “sensibilità” a scadenza immediata dei miseri “grandi” dell’ Europa delle banche.