Monthly Archives: febbraio 2014

Condannata la Cisl di Pisa per licenziamenti illegittimi

Come il peggiore dei datori di lavoro, violando leggi e prendendo a piene mani da quel repertorio del “pessimo gestore d’azienda”, che in Italia trova molti emuli e molti sostenitori, la Cisl di Pisa, del segretario provinciale Gianluca Federici, ha messo alla porta Laura Materia, funzionaria dell’ufficio vertenze dell’organizzazione sindacale.

” INNO ALLA GIOIA (ITALIANO)”.

” INNO ALLA GIOIA (ITALIANO)”.

Un delinquente al quirinale

Passo dopo passo, diceva il Bassolino che distrusse la Campania e Napoli, il presidente della Repubblica ha affossato la Costituzione…sino ad arrivare ad accogliere un delinquente al quirinale, condannato per frode fiscale…mentre il popolo italiano, depredato della sua sovranità stabilita dalla Costituzione, vive in condizioni disperate…

La P-Democrazia

Non avranno le camice nere…e non si salutano con il braccio teso…ma nella storia dell’Italia solo il fascismo ha zittito e tentato di cancellare l’opposizione…e solo il fascismo ha impedito al popolo di votare democraticamente.

Io ricordo

“Give peace a chance”…milioni di uomini e donne riempivano strade e piazze del mondo…no alla violenza, no alla guerra…la pace come valore fondante e sentimento universale…eppure i “terroristi” c’erano anche allora…ed allora avevano il colore dei vietcong…e il viso di quei bambini bruciati dal napalm…e le immagini di interi villaggi rasi al suolo dalle truppe “dell’occidente cristiano e democratico”…ma quelle mobilitazioni fermarono la guerra, fecero cadere governi…riuscirono a sostituire la parola morte…con la parola vita…e la parola guerra…con la parola pace.

Un PiDocchio sulle spalle dell’Italia

Esultate gente…esultate!…lo spread è sotto i 200 punti…cosa significhi questo per il nostro paese rimane ancora un mistero…ma i TG ed i giornali son tanto felici…e per non dispiacere al Presidente…ed alla casta tutta…dobbiamo esserlo anche noi !

La stravagante storia di una riforma fatta di fumo.

‘o pappice dicette (a cura di Emanuela Marmo) 

           Anno scolastico 1994-1995. Il professore di storia e filosofia del liceo dedicava intere lezioni all’esame dei sistemi elettorali vigenti in Europa, ciò consentiva anche un confronto di percorsi storico-politici diversi, tra Francia, Inghilterra, Germania, Italia…

Quell’ingiuria che chiamano lavoro

I dati snocciolati dall’Istat, a cadenza quasi settimanale, sullo stato del “lavoro” nel nostro paese sono solo l’aspetto numerico di quello che appare un vero e proprio furto di un diritto fondamentale, un furto perpetuatosi nel tempo, a botte di decreti legge e dichiarazioni entusiaste sulla fine del “posto fisso” e sull’ingresso, dell’Italia, nel nuovo mondo della flessibilità…dove avremmo cambiato lavoro ad ogni battere di ciglio e nessuno sarebbe stato più disoccupato.

L’attentatore

Oggi il fatto quotidiano rivela che l’indagine in corso sul pm Di Matteo (quello del processo sull’accordo Stato-mafia, per intenderci), è stata voluta da Napolitano…che ha anche preteso la cancellazione delle registrazioni delle sue telefonate con un inquisito…che ha anche taciuto per 16 anni sull’avvelenamento di una intera regione…la cui popolazione ha sofferto malattie neoplastiche, morti e sofferenze.

Hanno suicidato un compagno

Forse quando l’hai deciso neanche l’hai sentito dire: “la crisi è alle spalle”…perché ti saresti arrabbiato, perché è una vita che hai lottato contro le bugie e l’ipocrisia…e quella rabbia forse ti avrebbe fermato…oppure no…perché non ci credevi più, come molti di noi, che si possa avere giustizia in questo paese…