Yearly Archives: 2013

Maltornato

Nessun “bentornato” al Presidente della Repubblica, Napolitano, che viene a passare le sue vacanze nella sua città di origine, Napoli…capoluogo di quella regione martoriata, inquinata ed avvelenata…dai silenzi, dalle connivenze…da una bilancia istituzionale che da più peso ai soldi invece che alle vite umane.

Napoli, quartiere Vomero: buche, degrado…e quel milione di euro

E’ di un milione di euro la disponibilità della V Municipalità per affrontare quei problemi che i cittadini del Vomero da tempo denunciano. La fatiscenza delle strade e la cattiva, se non nulla, manutenzione del verde non solo ha creato disagi, ma spesso è stata causa di vere e proprie tragedie…l’ultima, in ordine di tempo, in via Aniello Falcone, strada che collega la collina con la zona antistante il mare…un morto !

Gli abbassatori di spread

“Ho abbassato lo spread”…dichiara tronfio il nostro primo ministro Letta…e dai suoi occhi traspare quella soddisfazione che riusciremmo a vedere solo nelle pupille di chi, dopo aver mandato alla rovina la propria famiglia, vince un ambo di poche lire al lotto…ma vive ormai sotto i ponti…e la sua famiglia l’ha lasciato.

Arese: truffa ai lavoratori

Prima dipendenti dell’Alfa Romeo, poi passati all’Innova service, a seguito di quegli accordi che permisero una vera e propria svendita di una delle più grandi aziende automobilistiche italiane: l’Alfa Romeo…che Prodi regalò agli Agnelli…e che gli Agnelli distrussero nel giro di pochi anni.

Senza diritti

…siamo storti…scusatemi la battuta…ma è come se ci mancasse un organo vitale, come se ci fosse impedita la totale libertà di movimento, di pensiero, del “fare e del dire” di renziana neo-acultura.

I buffoni di corte

Il titolo me l’ha suggerito un post di Doriana Goracci…sull’ennesima vergogna italica…su quei lager in cui vengono rinchiusi, e trattati come bestie, i fratelli immigrati che fuggono da guerre e fame.

I soloni del nulla…e il popolo che esige un futuro

La gente, il popolo, quello onesto…non sta con il governo anticostituzionale di Letta, esito non del voto popolare ma di quelle decisioni che con i diritti e la libertà costituzionale non hanno nulla a che vedere, né sta con Napolitano, presidente della repubblica per la seconda volta ed autore di fatti ed atti, come l’apposizione del segreto di stato sull’omicidio della Campania o la cancellazione delle intercettazioni che lo riguardavano nel processo sull’accordo Stato-mafia, contrari sia agli interessi primari del paese che alle sue necessità di trasparenza e verità.

Il super commissario

Ieri sera Carlo Cottarelli, super commissario a quella spending review che ha colpito solo i cittadini e quelli a più basso reddito, dagli schermi di Sky ci informava del suo “approfondito” studio…e, guarda caso, come chi l’ha preceduto, ha individuato in pensioni e sanità i due rami da tagliare ulteriormente. Cambiano le facce…ma le tasche, che pagano i vizi ed i lazzi di una casta senza vergogna, rimangono sempre le stesse !

Attacco ai ladri

“E’ un attacco alla politica”…dice Letta…Alfano, da ministro dell’interno, si spinge oltre, forse per spingere le forze dell’ordine ad intervenire con più durezza, “si rischia il ribellismo”. Ecco gli esempi tipici di una casta con la faccia di bronzo, che non solo non ha compreso, ma che si rifiuta di accettare quanto ormai è palese.

Etichette contraffatte

Grillo fascista…forconi?…fascisti anche loro…No Tav?…no…quelli terroristi ed anarchici insurrezionalisti…movimento stop al biocidio?…corresponsabili dell’inquinamento delle loro terre…nei salotti “bene” dei sinistri italici si parla tanto…