Monthly Archives: giugno 2012

Quel “puzzo” che avvelena Napoli

Ancora una “mattanza”…ancora morti innocenti…ancora quel puzzo che si leva dalle viscere di Napoli e della Campania per ammorbare, con il suo fetore, vicoli, strade, persone, storia, presente e futuro.

Un puzzo di cui non ci siamo mai liberati, un puzzo che costringe la nostra regione a vivere nell’arretratezza, i nostri figli ad emigrare, la nostra terra a soffrire, la nostra dignità a nascondersi.

Caos Acerra

Elezioni comunali tra denunce e dimissioni

Non è nuovo il consiglio comunale d’Acerra alle indagini per infiltrazioni camorristiche. Già nel 1993 l’allora ministro dell’interno, Nicola Mancino, sciolse il consiglio comunale per evidenti collusioni con i clan Alfieri e Fabbrocino.

Appena a maggio scorso si era arrivati all’ennesima votazione…Raffaele Lettieri, dell’Udc, risultava essere, con oltre il 51% delle preferenze, il nuovo sindaco del comune campano, in una lista appoggiata dallo stesso Udc, dai verdi ecologisti, dall’Api del famoso Rutelli, da Futuro e Libertà, dal partito socialista e da varie liste civiche.

Il mercante di scalpi

Tronfio, il signor Monti, ha portato gli scalpi dei pensionati, dei lavoratori, della sanità e della scuola pubblica al consiglio europeo…le sue vittime come moneta di scambio per la salvaguardia dei suoi burattinai, banche e finanza italiana ed internazionale.

Ora fa anche la voce grossa…e pretende che si crei un fondo che impedisca allo spread di salire…altrimenti, come anche un bambino sa…più salgono i tassi di interesse meno credibile è tutta la manovra che il bocconiano ha messo su.

Fiat Pomigliano: la ridicola sceneggiata della Fim/Cisl

E’ così palese il fallimento dell’accordo siglato da Fim (Cisl), UILM (Uil) e Fismic con Marchionne per la fabbrica di Pomigliano che quelle strutture, responsabili di quella firma, hanno avuto il bisogno, l’urgenza, di organizzare un bell’incontro pieno zeppo di propri funzionari, di responsabili della Fiat auto e di servi giornalai nostrani per cercare di giustificare quella menzogna che avevano voluto e appoggiato.

Una scalata verso il sorriso

Nasce a Napoli un progetto terapeutico innovativo per la disabilità

La disabilità, spesso trattata dai mezzi di informazione solo come un dato statistico, nella realtà ha i visi, i sorrisi e i sentimenti di gente reale che non può essere trattata solo come un mero costo.

Solo in Campania 96.100 minori con disagi/turbe mentali generiche, 21.134 con iperattività e deficit di attenzione, aumento del disturbo autistico dal precedente 2‰ all’attuale 9‰, andamento crescente della Sindrome di Down nella prevalenza neonatale, tasso di dispersione scolastica, aggravato dalla totale mancanza di insegnanti di sostegno, pari al 14%.

Sfogliando la Margherita

Lusi è in carcere, è uno dei pochi parlamentari finitoci… un caso anomalo, un caso “espiatorio”, come lui commenta.

C’è però un precedente, nel nostro paesucolo,  che può dare una spiegazione all’intransigenza di un parlamento solitamente contrario agli arresti, soprattutto quando riguardano indagati per associazione esterna alle organizzazioni criminali.

Il primato delle primarie

Breve riassunto dell’ intervento odierno di Bersani all’assemblea dei segretari di circolo del PD: “primarie, inadeguatezza della destra, necessità dei sacrifici, legge elettorale…se usciamo dall’euro è catastrofe…mettiamoci in gioco…saranno mesi difficili…la politica non è solo applausi…gesti nuovi…protagonismi più ampi…consiglio di amministrazione della Rai, una battaglia che appoggiamo, non possiamo essere protagonisti (protagonisti ????) in tutto…pericolo dal populismo di destra…la gente si sente defraudata di diritti che prima erano sanciti…impegno…la prima norma sarà…tutti i bambini che oggi sono in Italia, figli di immigrati, saranno italiani.”

Fumus persecutionis

E’ arrabbiato il nostro Presidente della Repubblica…ed anche offeso…poffarbacco !

“Contro di noi (ma noi chi???) una campagna costruita sul nulla”…questa la sua reazione alle rivelazioni del Fatto quotidiano di quelle intercettazioni che darebbero per certo un suo diretto interessamento alla vicenda Mancino/accordo Stato-mafia.

Campania senza welfare

E alla fine dei conti…benché siano i campani a pagare una tra le più alte imu d’Italia, ad avere il record della disoccupazione e la più alta tassa sui rifiuti…chi rimane senza stato sociale è proprio la Campania…così vuole e decreta la signora Fornero, ministra del lavoro e del welfare, nota per le sue lacrime e per le sue difficoltà a far di conti.

I contestatori del week-end

E’ prassi ormai consolidata, quella dei sindacati confederali, indire manifestazioni contro le politiche anti-operaie e anti-popolari nei week-end, meglio ancora se d’estate…c’è il bel tempo ed una passeggiatina non fa male a nessuno.

Sono dimenticati i giorni nei quali, per ottenere che venissero rispettati i diritti e la democrazia sui posti di lavoro, si riempivano le piazze bloccando lavoro e paese.